Forzata attesa
(Ai tempi del Covid)

Questa interminabile attesa
sfilacciata e gocciolante
come un pinzimonio
che si restringe e dilata
in un sopore anestetizzante
di un tempo senza tempo
mi avvolge senza scampo

Nell’attesa della “normalità”
il dolore dilaga
invadendo ogni spazio
assorbendo colori
e spegnendo l’anima
dietro una anonima mascherina
che non è di carnevale

 

Articolo precedenteGarze bianche
Articolo successivoCanto della terra e delle tue mani
Maria Lucia Faedo è nata nel 1942 a Chiampo (Vicenza). Ha frequentato l’Istituto Tecnico “Scalcerle” di Vicenza. A Padova ha insegnato nella Scuola media. Nel 2018 ha pubblicato il libro “Suoni e Colori” (raccolta di poesie dell’autrice e del coautore Antonio Fiorito) edito da Montedit. Primo premio Sezione “Haiku” al Premio Letterario Internazionale L’Arcobaleno della Vita XVII Edizione (Lendinara 2018). Ha ottenuto attestati di merito per Haiku presentati in altri concorsi letterari. Dal 2016 è socia del Circolo letterario Penna, Calamaio e Web di Padova. Vive a Padova.